domenica 9 settembre 2007

The guys were to pay the RENT again...

... so how could we possibly miss them!? E siccome è stata fondamentalmente questa la ragione che ci ha visti nuovamente imbarcare per un volo intercontinentale alla volta di NYC, centre of the Universe - anche se poi la vacanza ha offerto un sacco di altri spunti interessanti di cui vi parleremo a seguire - non possiamo non aprire la pagina newyorkese con il giusto tributo al ritorno di Anthony Rapp e Adam Pascal ai ruoli che crearono ormai più di 11 anni fa...
WHEN: 21 August, 2007 - 8 pm
WHERE: Nederlander Theater, 41st st. between Broadway and Seventh Av.


HOW WAS THE SHOW?:

I Bad Idea Bears, accompagnati da due amate fellow travellers e fellow RENTheads, giungono al Nederlander con il giusto anticipo. Mentre cercano di contenere l'emozione e consumano ampie porzioni di memoria delle loro fotocamere immortalando il teatro con le sue locandine in ogni posa e con ogni grado di luminosità, scorgono con la coda dell'occhio un tipo biondo bello come il sole che attraversa la strada e, passando a pochi cm da loro, entra serenamente in teatro. Risponde al nome di Adam Pascal, ma prima di riuscire a balbettare qualcosa ce ne hanno messo di tempo, e comunque la prima frase era al massimo un articolatissimo: "Mah... mah... quello... era Adam!"
Il vostro BabyBlue Bear si infila a sbirciare il board con il cast della serata e scopre, con somma gioia, che - confermati Adam e Anthony in scena - il ruolo di Maureen sarà interpretato invece che dalla titolare (di cui non si legge proprio un gran che) da Kelly Karbacz, già ammirata in passato... Ancora un po' di febbrile attesa e si spalancano i battenti della platea, dove i bears prendono posto nella loro meravigliosa fila H e, dopo essersi procurati merchandising vario, consumano i minuti mancanti in preda ad un mix di eccitazione e ansia. Ed ecco che dietro le quinte si intravede un familiare maglione bordeaux e azzurro... e pochi istanti più tardi, quello stesso maglione indossato da Anthony Rapp si porta a centro proscenio e... "We begin on Christmas Eve, with me, Mark and my roommate Roger...". Difficile tradurre in parole le emozioni di quelle due ore e mezza. Gli occhi che scrutano il viso di Anthony e Adam, gli orecchi tesi a cogliere ogni sfumatura della loro voce e del loro cantato. La rassicurante sensazione di ritrovare un musical che conosci a memoria prender vita, scena dopo scena, gesto dopo gesto, davanti ai tuoi occhi, e sentirti a casa, in quel loft sulla 11th st., per le strade dell'East Village, mentre la neve cade a poche ore dal Natale. E sono, come sempre, le risate per Mark che provoca Joanne ballando un tango sgangherato, i sorrisi a 32 denti all'ingresso di Angel, o per l'irruenza di Mimi su 'Out tonight'. Il muggito di Maureen che affoga in un istante in quello corale e travolgente dell'intero teatro. E poi lo scorrere dei mesi, Angel da salutare, gli amici che sembrano perdersi di vista per poi ritrovarsi, ancora una volta, la vigilia di Natale. E quando Mark ribadisce che 'There is no future, there is no past...' sai che sta per finire e vorresti che tutto ricominciasse un'altra volta.
Un cast brillante per uno show che non delude mai se sai regalargli un pezzo del tuo cuore. Anthony e Adam stellari, e avendo avuto la gioia di vedere Idina Menzel sotto uno strato di trucco verde solo qualche mese fa è impossibile non chiedersi che caspita di esplosione di energia, talento e potenza vocale doveva essere RENT con il suo intero cast originale. Le prove impeccabili di Kelly e di Merlde Dandridge (già Joanne in passato, impegnata a lungo nella giungla con Tarzan, ma tornata "a casa" proprio di recente), la Mimi intensissima e vocalmente impeccabile, capace di creare una alchimia magica con Adam di Tamyra Gray ex di American Idol, il Benny pieno di energia di D'Monroe, uniche pecche (sigh!) forse proprio dal Collins di Troy Horne (nulla da dire vocalmente, ma gli mancava forse un po' di cuore... o forse il ricordo di Destan Owens nel ruolo impedisce di passare sopra alle minuzie interpretative?) e dall'Angel di Justin Johnston, non efficace al 100% nel farsi amare incondizionatamente (e pure lì forse ricordi recenti hanno pesato un po' nel nostro personalissimo giudizio).

Alla stage door una folla scatenata di ragazzine urlanti ci ha fatto temere il peggio. O forse il peggio erano le rispettive mamme, impegnate a sobillare le 'bambine' perché non si perdessero la chance di strappare una firma, una foto o chissà che a chiunque uscisse da quella porta!?

Ci rimane il ricordo prezioso di Anthony che, con serenità e genuino amore per il pubblico, firma una quantità industriale di autografi e regala sorrisi... l'entusiasmo di Tamyra, di Kelly decisa a non mancare questo bagno di folla che forse da understudy non aveva ancora provato... e ci rimane pure il ricordo di un Adam che sfreccia, lasciando qualche contatissimo scarabocchio sui Playbill di pochi fortunati, per salire di corsa su un'auto che porta via i protagonisti...

Sì, lo sappiamo che il West End sta per ospitare un RENT remixed. E confessiamo, vostro onore, siamo irriducibili e vedremo pure quello. Però questo era davvero 'the real thing'...

4 commenti:

Angela ha detto...

Che invidia... SOMMA invidia... e chissà come sarà il Rent remixed: spero che non stiano facendo un paciugone...
Angellyca

London's Bad Idea Bears ha detto...

Da quello che si era letto all'inizio di Rent remixed, sembrava che regista e direttore artistico (noti per aver curato il look di Kylie Minogue, mica cavoli !?!)volessero sconvolgere tutto togliendo anche i riferimenti a NY (facilissimo! Riscrivilo che fai prima!), Maureen è stata missing per un mese, hanno fatto 'ste foto da copertina di Cosmopolitan e nei primi poster c'era scritto 521.600 invece che 525.600!
Poi forse hanno ascoltato pure la parte che veniva dopo Christmas Bell e si sono accorti di un paio di cosette correggendo parecchio il tiro... alcuni del cast non sono malaccio, speriamo bene!
YB

Nerwen ha detto...

Siobhan...*sviene sbavando*
m'arimbarza addosso se canta come un felino con la raucedine o se si muove con la grazia di una cassapanca o che so io.
*capelli rooooossiiii*

London's Bad Idea Bears ha detto...

Artisticamente Siobahn la conosco solo per i due video che ha sul suo Myspace e la voce non è urenda, anzi, anche se a fare Out Tonight ho difficoltà ad immaginarla. Mi sconvolge inoltre il fatto che abbia solo *gulp* 22 anni! (gliene davo una trentina ad essere generosa).
Nerwen, la predilezione per i capelli rossi ha tutto il mio appoggio: da ragazzina ero innamorata di Richie Cunningham di Happy Days e c'ho pure il gatto rosso!!! :-D
YB